Pulsantille

 

image

image

 

Ecco un piccolo anemone rosso, un pò sbattuto per aver festeggiato troppo! Ma fra un pò d’anni lo ritroverò tra queste pagine 

– sarò diventata una matrona, allora, prenderò in mano questo fiore disseccato e dirò con nostalgia: ecco, questo anemone l’avevo tra i capelli per il  cinquantacinquesimo compleanno del grande, indimenticabile amico della mia giovinezza. Era il terzo anno della seconda guerra mondiale, mangiavamo clandestinamente maccheroni e bevevamo caffè vero – con cui Liesl “era diventata brilla” –

 

image

 

eravamo tutti così allegri e ci chiedevamo a che punto sarebbe stata la guerra al prossimo compleanno; io avevo fra i capelli questo anemone rosso e qualcuno diceva: sei proprio un miscuglio di russo e spagnolo, e un tale, quello svizzero biondo dalle grosse sopracciglia, diceva: Una  Carmen russa, dopo di che gli ho chiesto di recitarci una poesia su Guglielmo Tell col suo buffo erre svizzero.

 

image

 

 

Poi siamo tornati a piedi per quelle vie familiari di Amsterdam sud e siamo prima saliti sul suo terrazzino fiorito.

Intanto Liesl ci aveva preceduto a casa sua e si era infilata un vestito di lucente seta nera, ben stretto sul corpo magrolino e con larghe maniche trasparenti azzurre, lo stesso azzurro sui piccoli seni bianchi.

E pensare che è madre di due bambini – così magra e fragile. Allo stesso tempo ha come una forza primordiale.

 

image

 

E Han aveva un’aria così disinvolta e intraprendente e sul suo cartoncino a tavola  c’era scritto: amante eternamente giovane, padre di eroine, una definizione che lui accettava protestando. Più tardi Liesl mi ha detto: “potrei innamorarmi di quest’uomo”. E’ vero, dissi, ciò che più colpisce in S. è proprio la sua prontezza e disponibilità, il suo avere sempre una risposta per te – e cosí le ore passate acquistano un significato profondo, non si perde mai tempo.  

S. diceva: non bisogna mai toccare i limiti, deve sempre rimaner qualcosa per la fantasia.

 

image

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s