Superficie Super Faces

image

 

Mi affezionavo a uomini e personaggi a causa del loro nome e le delusioni che mi procuravano i loro comportamenti mi inducevano a compiere sforzi tortuosi per modificare il mio giudizio e armonizzarlo col nome che portavano. Per altri invece dovevo escogitare storie ripugnanti che giustificassero i loro nomi orrendi. Non saprei in cosa avrei potuto essere più ingiusta: per una che ammirava la giustizia più di ogni altra cosa, questa dipendenza dai nomi, che nulla riusciva a scalfire, aveva qualcosa di veramente fatale; essa ed essa sola io sento come destino.

image

 

Così fu per Ulisse, per quel nome, in quella figura confluiva per me tutto ciò che era singolare maschile, il primo modello ch’io abbia creduto di riuscire a comprendere con chiarezza, il primo di cui appresi più cose di quante ne avessi mai apprese da un essere umano, un archetipo compiuto e sfaccettato, che si presentava in molte metamorfosi, ciascuna delle quali assumeva per me un  significato originale, l’insuperabile surrogato da collocare nei vari piani sequenza di una vita altrimenti asfittica e lacunosa. La figura di Ulisse l’ho incorporata in me in tutti i particolari, e non c’è nulla in lui che, col tempo, non abbia acquistato un ben preciso significato. Una dipendenza interiore assolutamente completa e che oggi mi sarebbe facilissimo rintracciare; so perfettamente che cosa mi colpì e mi colmò di inquietudine, in che modo Ulisse stabilì la sua influenza sulla ragazzina decenne. La vicenda dei Feaci, quando Ulisse, non ancora riconosciuto, ascolta dalla bocca del cieco cantore Demodoco la narrazione della propria vicenda e su di essa piange in segreto; l’astuzia con cui salva la propria vita e quella dei suoi compagni quando, di fronte a Polifemo, si fa chiamare Nessuno. Ma soprattutto quell’incredibile lunghissima assenza, quel vuoto decennale che avrebbe inflitto a Penelope, e a Telemaco, perché chiamato da un ineluttabile destino di eroe, che significava anche passar sopra alle necessità umane di familiari e sudditi, poco importava se per un bene superiore o per il volere dei soliti Dei capricciosi e spietati. E infine quel particolare da cui non potei più staccarmi, la vera matrice della mia imperitura dipendenza: per quanto forte fosse stato il dolore del distacco esso avrebbe avuto fine, incredibilmente e contro ogni logica, così era stato scritto, Ulisse sarebbe tornato ad Itaca. Si, l’affezione per la favola del ritorno, per la riconciliazione con il tempo violato e sprecato… unica testimone una tela che si disfava ogni notte, nulla più che un brandello di memoria.

 

image

Vulpes ab ara rapuit ardentem facem, Phaedro 1, 28, 8.

Avevo sette anni quando mio padre morì, se ne parlò molto, tutti lo consideravano un uomo perfettamente sano, fumava moltissimo, questo sì (…) poiché non c’era nulla che mi occupasse la mente quanto quella morte, vissi quelle diverse tappe credendo ogni volta a ciò che mi veniva detto.
E nell’ultima versione della mamma mi adagiavo ogni volta per bene, attenendomi ad ogni particolare come se venisse dalla Bibbia, e prendendola come punto di riferimento non soltanto per tutto ciò che avveniva intorno a me, ma anche per tutto quello che pensavo e leggevo.

Elias Canetti, La lingua salvata, Storia di una giovinezza
Elias Canetti, The saved tongue, A youth history

I became attached to men and characters because of their name and disappointments that caused me their behavior led me to make efforts to change the winding my judgment and harmonize it with the name they get.
For others, I had to think up stories to justify their hideous horrible names. I do not know how I could be more unjust: for she admired the justice more than anything else, this dependency names, anything that could scratch, had something really fatal; this and this alone I feel like destiny.
So it was with Ulysses, by that name, in that figure flowed for me all that was the men’s singles, the first model that I have believed to be able to understand clearly, the first of which I learned more things than I had ever learned from a human being, an archetype accomplished and multi-faceted, which appeared in many metamorphoses, each of which took me to an original meaning, unsurpassed surrogate to be placed on the different floors sequence of a life otherwise asphyxiated and incomplete. The figure of Ulysses have built in me all the details, and there is nothing in him that, over time, has not acquired a precise meaning. An interior addiction absolutely complete and that today I would be easy to trace in detail; I know exactly what hit me and filled me with anxiety, how Ulysses established his influence on the young girl ten years old. The story of the Phaeacians, Odysseus when, not yet recognized, hear from the mouth of the blind singer Demodocus the narration of his story and weep over it in secret; the cunning with which to save his own life and that of his companions when, in front of Polyphemus, calling himself Nobody. But above all, that incredible long absence, emptiness decade that would be dealt to Penelope and Telemachus, because it is called by an inescapable fate of hero, which also meant to overlook the needs of family and human subjects, it mattered little whether for a greater good or for the will of the usual capricious and cruel gods. And finally, the particular from which I could not tear myself away more, the real master of my undying addiction: how strong was the pain of separation it would end, incredibly and against all logic, so it was written, Ulysses would return to Ithaca. 
Yes, the affection for the tale of the return, for reconciliation with time violated and wasted … only witness a canvas that destroy itself every night, nothing more than a shred of memory.

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s